Loading...
//Bilancio sociale
Bilancio sociale2018-11-11T21:47:09+00:00

Il Bilancio Sociale

Lettera del Presidente

Il 2016 è stato il trentesimo anno per la nostra cooperativa. Un tempo lungo, durante il quale i bisogni delle persone sono cambiati, insieme a noi e al nostro modo di essere presenti a fianco di chi fa più fatica. È sempre più chiara la percezione che serve una presenza nel territorio sempre più profonda e radicata, per essere uno dei soggetti che, in collaborazione ed in integrazione con gli altri attori sociali, agiscono per la crescita e la trasformazione delle comunità locali. Nei nostri progetti di comunità, che devono sviluppare sempre più un’identità collettiva, diventa essenziale non solo sentirsi inseriti nel territorio, ma farne parte effettivamente, in una prospettiva di mutuo scambio con chi ci vive. In questo modo può crescere un sistema che, solo nella comunità unita, si opponga ai fenomeni di separazione, esclusione e disuguaglianza che sempre più scavano solchi e muri dannosi in particolare per le persone più fragili. Volti nuovi di problemi vecchi, cui si può rispondere solamente con un nuovo senso di umanità, di partecipazione ai problemi dell’altro in modo non distaccato, con uno stare a fianco che annulla le separazioni.
Essere vicini ai bisogni impone di mettersi sempre in discussione. Nel 2016 è mancata una ragazza, ospite di un nostro servizio per adolescenti. Adolescenti difficili, certo, ma verso i quali gli sforzi educativi e terapeutici vengono accompagnati dal voler essere umani, presenti al di là dei ruoli. Questo avvenimento doloroso segna il nostro percorso, ci fa chiedere se facciamo sempre il massimo che possiamo. Nello stesso tempo ci rende più coscienti che il senso del nostro essere cooperativa non può che essere a fianco di chi vive il buio e l’assenza, e ci fa crescere per
essere più veri e adeguati.
Quest’anno abbiamo scelto anche di continuare le attività che permettono l’inserimento lavorativo di persone in difficoltà. Dobbiamo essere grati all’esperienza della Locanda dei Golosi che si è conclusa nell’anno e che, pur nelle difficoltà economiche, ci ha fatto imparare molto e ha indicato percorsi di inclusione. Tutto ciò potrà esprimersi in nuovi progetti che andranno a beneficio di chi ha bisogno di un lavoro per uscire dalla fragilità e iniziare un nuovo capitolo della propria vita.
Continuare su questa strada per il futuro significa anche investire con maggior decisione sull’essere e il sentirsi davvero insieme nella cooperativa, al di là dei rispettivi ruoli, perché in questo modo potremo essere forza viva che agisce per far crescere la giustizia sociale e non limitarsi a gestire servizi, anche se buoni e innovativi.
Grazie a tutti per un impegno che continua.

Raffaele Casamenti

Soci

Totale: 88

DONNE | UOMINI

55%
45%

Età: 50+ | 31-50 | 18-30

38%
57%
5%

Base sociale: dipendenti | collaboratori | altri soci | soci volontari | persone giuridiche

55%
10%
25%
9%
1%